Pagina

Visite: 18538

Valuta questa pagina: 0 / 5

Calcolo dell'imposta

L'imposta lorda totale annua si determina:

base imponibile x l'aliquota prevista in % x la percentuale di possesso in % x numero mesi di possesso /12 alla quale per le sole abitazioni principali vanno detratte le detrazioni come sotto riportate.

Esempio di pagamento in acconto per immobili a disposizione:

Tipo immobile A/3 abitazione a disposizione Calcoli
rendita 400 €  
Rivalutazione 5 % 400*1,05 420,00 €
Moltiplicatore es. 160 420 * 160 67.200 €
Aliquota es.9,8 per mille 67.200*0,98/100 659,00
% possesso es. 100 % 659*100/100 659,00
Periodo possesso ( es. 12) 659*12/12 659,00
Imposta annua da versare   659,00
imposta in acconto 659/2 329,00
imposta a saldo 659 - 329 330,00


Esempio di pagamento in acconto per immobili adibiti ad abitazione principale di categoria A/1:

Tipo immobile A/1 abitazione principale Calcoli
rendita 500 €  
Rivalutazione 5 % 500*1,05 525 €
Moltiplicatore es. 160 525 *160 84.000 €
Aliquota es. 4 per mille 84.000*0,4/100 336
% possesso es. 100 % 336*100/100 336
Periodo possesso ( es. 12) 336*12/12 336
Imposta lorda   336
Detrazione abitazione principale rapportata ai mesi in cui si ha diritto 200*12/12 -200
Imposta netta   136 €


N.B. Per il 2016 è stata soppressa la detrazione di € 50 per i figli di età inferiore ai 26 anni.

L'IMU deve essere versata in due rate, la prima è in acconto e la seconda è a saldo.
La prima rata, da versare entro il 16 giugno 2016, è pari 50% dell'imposta dovuta per l'intero anno calcolata sulla base delle aliquote e delle detrazioni vigenti per l'anno 2015.
La seconda rata, da versare entro il 16 dicembre 2016, sarà a conguaglio sulla base delle aliquote deliberate per il 2016.
Il versamento può essere effettuato anziché in due rate, in un'unica soluzione, entro il 16 giugno 2016.

Le aliquote IMU 2016 non sono state ancora deliberate, in sede di acconto si applicano le
aliquote IMU 2015 deliberate dal Consiglio comunale il 23 luglio 2015.

Torna all'inizio del contenuto