Pagina

Visite: 1031

Valutazione attuale: 0 / 5
  • Fa parte della "International Healthy Cities Network" (Rete Europea O.M.S. Città Sane) (1995) e partecipazione alle attività quale Città Progetto per la Fase III (1998 - 2002), la Fase IV (2003-2008) e la Fase V (2009-2013) con approfondimento dei temi chiave (Invecchiamento in Salute, Pianificazione Urbana per la Salute, Attività Fisica e Vita Sana, Valutazione dell’Impatto di Salute), partecipazione ai meeting per lo scambio di esperienze e strumenti di promozione della salute e con attività di ricerca su alcuni argomenti specifici quali l’indice di dipendenza, l’invecchiamento, le demenze, l’health literacy, ecc.;
  • In fase di application alla Fase VII (2019-2024) del programma internazionale, lanciata nel corso del Meeting Internazionale delle Città Sane (“International Healthy Cities Conference”) svoltosi a Belfast (Regno Unito) dal 1 al 4 ottobre 2018, con l’impegno della città a lavorare sui seguenti 6 obiettivi generali:
  1.    - promuovere azioni che pongano la salute in cima all’agenda politica delle città;
  2.    - promuovere politiche e azioni per la salute e lo sviluppo sostenibile a livello locale, evidenziando l’importanza di agire sui determinanti di salute, l’equità in salute e i principi delle politiche europee “Salute per tutti” e “Salute 2020”;
  3.    - promuovere una governance intersettoriale e partecipativa per la salute, la salute e l’equità in tutte le politiche e la pianificazione integrata per la salute;
  4.    - creare politiche ed esperienze, evidenze solide, conoscenze e metodi di lavoro che possano essere utilizzati per promuovere la salute in tutte le città della regione europea;
  5.    - promuovere la solidarietà, la cooperazione e il lavoro di rete tra le città europee e le reti di enti locali e partenariati con agenzie che lavorano su tematiche urbane;
  6.    - aumentare l’accesso alla Rete Europea Città Sane OMS a tutti i Paesi Membri della regione europea.
  • Sub-network “Invecchiamento in Salute”: partecipazione durante la Fase IV (2003-2008) insieme alle città di Stoccolma, Brighton & Hove, Vienna, Sunderland, Stirling, Newcastle, Liege, Gerusalemme, Gyor, Brno, Rijeka, Celje, Torino, Eskisehir Tepebasi, con produzione di un documento guida per la redazione di profili sulla popolazione anziana “Updated Guidance for completing the Healthy Ageing Profile”, pubblicato dall’OMS. Coordinamento attività del gruppo durante la Fase V (2009-2013) insieme alle città di Aydin, Belfast, Brno, Celje, Denizli, Gyor, Horsens, Izmir, Kadikoy, Karsiyaka, Ljubljana, Lodz, Manchester, Mudanya, Newcastle, Rijeka e Torino. Prosecuzione dell’attività e del ruolo di capofila della Healthy Ageing Task Force anche per la Fase VI.
  • Adesione al Progetto Internazionale “Age-Friendly Cities”, sancita con la partecipazione, insieme ad altre 33 città in tutto il mondo, a un’indagine conoscitiva sui bisogni dei cittadini anziani in merito alla vivibilità e all’accessibilità degli spazi urbani e sulle possibili azioni utili a rendere la città più ‘age-friendly’ (i risultati sono stati raccolti nel documento “Global Agefriendly Cities: A Guide” pubblicato sul sito internet dell’Ufficio Europeo dell’O.M.S:
  • Ha aderito al “Covenant on Demographic Change” (2015), patto internazionale attraverso il quale gli enti locali, i centri di ricerca, le università, le organizzazioni e le associazioni locali (tripla elica) si impegnano a sviluppare azioni per promuovere l’invecchiamento sano e attivo (il Sindaco di Udine è stato nominato Presidente del Covenant);
  • Partecipa a IFOTES  (Rete delle Associazioni Nazionali Servizi di Emergenza Telefonica in Europa) con cui sta realizzando il Progetto "Uscire dalla solitudine, costruire relazioni" (Leaving Loneliness - Building Relationships) è un insieme di iniziative di promozione della salute emozionale e sociale promosso dalle associazioni ARTESS (Association for Research and Training on Emotional Support Skills), IFOTES e Voci Fuoricampo di Udine, che prevede una serie di eventi a livello locale ed internazionale.
     
  • Ha aderito all'Agenda 2030 con Obbiettivi di Sviluppo Sostenibili.
     
  • Ha aderito al Patto sul Cibo, per la promozione del consumo sostenibile e del contrasto allo spreco alimentare.
     
  • Ha aderito programma "Città Amiche delle Persone con Demenza."

 

Progetti Europei:

  • “DECIPHER - Developing an evidence-based approach to city level public health planning & investment in Europe” avente per oggetto l’elaborazione di un modello volto a sensibilizzare gli amministratori sull’importanza della prevenzione, con particolare riferimento alle malattie cardiovascolari, per una maggiore efficacia degli investimenti;
  • “XPLOIT” – Using European learning resources to build learning communities, avente per oggetto il tema della formazione permanente e dell’educazione degli adulti e lo sviluppo di una “City Learning Net”, con attività di disseminazione, monitoraggio e valutazione dei risultati;
  • URBACT "Healthy Ageing" – progetto sviluppato nell’ambito del Programma URBACT II e realizzato in partenariato con le municipalità di Edinburgh (Regno Unito), Grand Poitiers (Francia), Brighton & Hove (Regno Unito) e Klaipeda (Lituania), con l’intento di trasferire alcune delle buone pratiche sviluppate dalla città di Udine sul tema dell’invecchiamento in salute ad altre realtà europee;
  • URBACT “The Playful Paradigm”, realizzato insieme alle municipalità di Cork (Irlanda) e Klaipeda (Lituania), che prevede uno scambio di buone pratiche sul tema del gioco quale strumento innovativo di riutilizzo degli spazi urbani, aggregazione, inclusione sociale, invecchiamento sano, contrasto al gioco d’azzardo e alle altre forme di disagio sociale;
  • "Giornata Mondiale della salute OMS"progetto indetto dall'OMS con lo scopo di promuovere l'attività fisica all'interno delle città con effetti positivi sulla salute fisica, psichica e relazionale delle persone, oltre che per i benefici ambientali connessi.

 

Reti internazionali o nazionali con cui si sono attivati contatti:

Torna su