Pagina

Visite: 363016

Valuta questa pagina: 0 / 5

Sito web in aggiornamento, per il rientro in comune di alcuni servizi e uffici dall'Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale (UTI) e per la riorganizzazione macrostrutturale (1° gennaio 2019)

 

Dettaglio procedimento
Tipo Istanza
Nome Procedimento DAT (Disposizioni Anticipate di Trattamento)
Descrizione

Ai sensi dell’art. 4 della L. 219/2017, ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un'eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo avere acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte, può, attraverso le DAT, esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari.

Nella DAT si può indicare una persona di fiducia, denominata “fiduciario”, maggiorenne e capace di intendere e di volere, che rappresenta il disponente in modo conforme alle volontà espresse nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie, nel momento in cui non fosse più capace di confermare le proprie intenzioni consapevolmente. L’accettazione della nomina da parte del fiduciario può avvenire attraverso la sottoscrizione della DAT o con atto successivo allegato alla DAT. Se la DAT non contiene l’indicazione del fiduciario, o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o divenuto incapace, mantiene efficacia in merito alle volontà del disponente e in caso di necessità il giudice tutelare provvede alla nomina di un Amministratore di sostegno.

Le DAT possono essere redatte per atto pubblico (davanti ad un Notaio) o per scrittura privata autenticata (da un Notaio) o per scrittura privata (senza alcuna autentica di firma) consegnata personalmente dal disponente presso l'ufficio dello stato civile del comune di residenza del disponente medesimo. Con le medesime forme le DAT sono rinnovabili, modificabili e revocabili in ogni momento.

Le DAT sono redatte in forma libera dalla persona interessata, maggiorenne e capace di intendere e di volere. L’interessato può esprimere la Dat nel modo che ritiene più opportuno, chiedendo consulenza al proprio medico di fiducia e inserendo almeno: i dati anagrafici (cognome, nome, data di nascita, residenza nel Comune di Udine); l’indicazione delle situazioni in cui la DAT dovrà essere applicata (ad esempio: in caso di malattia invalidante e irreversibile, ecc.) il consenso o il rifiuto di specifiche misure mediche e/o trattamenti sanitari e/o accertamenti diagnostici e/o scelte terapeutiche; la data e la propria firma autografa.

L'U.O. Stato Civile non dispone di modelli per redigere le DAT, non partecipa alla redazione delle DAT, né è tenuto a dare informazioni sul loro contenuto: ha il solo compito di riceverle e conservarle.

Le DAT riguardano solo i trattamenti durante la vita del disponente, in previsione di un'eventuale futura incapacità di autodeterminarsi. Non riguardano, invece, le manifestazioni di volontà concernenti i trattamenti della persona dopo la morte, quali, ad esempio, la cremazione, la dispersione delle ceneri o l'affidamento dell'urna cineraria, che andranno indirizzate, con le forme previste, al competente ufficio (Unità Operativa Cimiteriale) e, così come altre eventuali dichiarazioni/indicazioni non previste dalla L. 219/2017, qualora contenute nella DAT, non saranno trattate in alcun modo dall’U.O. Stato Civile.

Nel Comune di Udine le DAT vanno consegnate personalmente (non è possibile incaricare/delegare un’altra persona) presso l’U.O. Stato Civile (via Beato Odorico da Pordenone 1 – I° piano - Stanza N. 2) il martedì mattina, dalle ore 9:00 alle 12:00, previo appuntamento telefonico (0432/1272201) o tramite email (statocivile@comune.udine.it).

All’appuntamento concordato il disponente deve presentarsi munito di:

  • documento d’identità, in corso di validità, e fotocopia dello stesso;
  • DAT e fotocopia della stessa.

    Per depositare le DAT è necessario essere residenti nel Comune di Udine, compilare e presentare personalmente l’apposito modulo (vedi Elenco allegati e modulistica).

    Non è necessaria la presenza dell’eventuale fiduciario.

    Al disponente viene rilasciata una ricevuta di avvenuta consegna.

    Nel caso in cui le condizioni fisiche del paziente non lo consentano, le DAT possono essere espresse attraverso videoregistrazione o dispositivi che consentano alla persona con disabilità di comunicare.

    Ai sensi dell’art. 6 della L. 219/2017, si devono ritenere tuttora valide le DAT sottoscritte e depositate ai sensi della convenzione Comune di Udine - Consiglio Notarile di Udine sul "Testamento biologico".

  • Norma di riferimento L. 219/2017; Circolare del Ministero dell’Interno N. 1/2018
    Unità responsabile istruttoria Unità Operativa Stato Civile
    Incaricato istruttoria Antonietta Gelmi (Stanza N. 2)
    Telefono incaricato istruttoria 0432 127 2201
    Responsabile Procedimento Ufficiale dello Stato Civile delegato
    Telefono 0432 127 2201 fax 0432 127 0222
    Email statocivile@comune.udine.it
    Ufficio competente adozione provvedimento finale Unità Operativa Stato Civile
    Responsabile adozione provvedimento finale dott. Paolo Adorinni
    Telefono Responsabile 0432 127 2205 - 0432 127 2147 fax 0432 127 0222
    Email Responsabile statocivile@comune.udine.it
     
    Termini procedimento Contestuale alla istanza
    Termini di presentazione
    Per questo procedimento il provvedimento dell'Amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato
    Questo procedimento può concludersi con il silenzio assenso dell'Amministrazione
     
    Requisiti Il disponente deve essere residente nel Comune di Udine, maggiorenne e capace di intendere e di volere
    Documenti da produrre DAT, documento di identità in corso di validità
    Elenco allegati e modulistica
    Customer satisfaction

     

    Torna all'inizio del contenuto