Pagina

Visite: 365753

Valuta questa pagina: 0 / 5

Sito web in aggiornamento, per il rientro in comune di alcuni servizi e uffici dall'Unione Territoriale Intercomunale del Friuli Centrale (UTI) e per la riorganizzazione macrostrutturale (1° gennaio 2019)

 

Dettaglio procedimento
Tipo Istanza
Nome Procedimento Segnalazione di agibilità (C 1)
Descrizione

Entro trenta giorni dall'ultimazione dei lavori soggetti a Permesso di Costruire, SCIA alternativa al P.D.C., SCIA e ad alcune opere soggette a Comunicazione Inizio Lavori Asseverata è necessario presentare la Segnalazione certificata di Agibilità, con le modalità di cui all'art.27 della L.R. 11 novembre 2009, n. 19, come modificata dalla L.R. n. 29/2017. La mancata presentazione della segnalazione certificata di agibilità comporta l'applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria prevista dall’art. 9 comma 6 del regolamento di attuazione approvato con D.P.Reg. n. 018/Pres del 20.1.2012. Contestualmente alla segnalazione deve essere allegata la ricevuta del versamento di € 51,60 di diritti di segreteria pagabili: - presso gli sportelli bancari sul conto IT46R0200812310000040218187 intestato al Comune di Udine presso Unicredit Banca spa - presso gli sportelli postali sul c.c. postale n. 14372338 - in contanti o tramite bancomat presso la stanza n. 1 – Servizio Edilizia Privata – 3° piano del Palazzo Comunale – via Lionello n.1. La pratica viene assegnata al gruppo di lavoro che ha curato il procedimento edilizio per gli interventi di cui sopra. Entro il termine di trenta giorni dalla presentazione della segnalazione certificata di agibilità, il responsabile del procedimento verifica la documentazione presentata (SCHEDA n. 8 segnalazione certificata di agibilità e SCHEDA n. 9 asseverazione). L’Amministrazione comunale può effettuare controlli che possono consistere anche nell'ispezione dell'edificio o dell'unità immobiliare al fine di verificare: a) la conformità dell'opera e degli impianti installati ai progetti autorizzati o comunque depositati, come eventualmente modificati in sede di varianti; b) la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, efficienza energetica dell'edificio o dell'unità immobiliare o di loro parti, nonché il superamento o la persistente assenza delle barriere architettoniche, in conformità al titolo abilitativo originario. Nel caso in cui il responsabile del procedimento rilevi la carenza dei requisiti e condizioni ordina motivatamente all'interessato di conformare l'opera realizzata, entro il termine di sessanta giorni, trascorso il quale trovano applicazione le disposizioni di cui al capo VI in materia di vigilanza e sanzioni e quelle del regolamento di attuazione di cui sopra. Qualora il responsabile del procedimento rilevi l'incompletezza formale della documentazione presentata può richiedere la documentazione integrativa che non sia già nella disponibilità dell'Amministrazione o che non possa essere acquisita autonomamente. Resta salvo il potere dell'amministrazione competente di assumere determinazioni in via di autotutela, nonché, anche decorso il termine per l'adozione dei provvedimenti, di intervenire in presenza del pericolo di un danno per il patrimonio artistico e culturale, per l'ambiente, per la salute, per la sicurezza pubblica o la difesa nazionale, previo motivato accertamento dell'impossibilità di tutelare comunque tali interessi mediante conformazione dell'attività dei privati alla normativa vigente. L'utilizzo delle costruzioni di cui al comma 2 può essere iniziato dalla data di presentazione al Comune della segnalazione certificata di agibilità, corredata della documentazione individuata nella SCHEDA n. 8 e nella SCHEDA n. 9, fatto salvo l'obbligo di conformare l'immobile alle eventuali prescrizioni disposte all'esito delle verifiche effettuate dall'Amministrazione comunale in sede di controllo della segnalazione stessa.

E' disponibile il modello della domanda all'interno delle linee guida dell'edilizia privata

Norma di riferimento art. 27 della L.R. 19/2009
Unità responsabile istruttoria Unità Operativa Concessioni Edilizie 1
Incaricato istruttoria arch. Alessandro Bertoli - geom. Maurizio Del Fabbro
Telefono incaricato istruttoria 0432 1272925 - 1272464 fax 0432 1270336
Responsabile Procedimento geom. Mario Valentino
Telefono 0432 127 2496 fax 0432 127 0366
Email mario.valentino@comune.udine.it
Ufficio competente adozione provvedimento finale Unità Operativa Concessioni Edilizie 1
Responsabile adozione provvedimento finale geom. Mario Valentino
Telefono Responsabile 0432 127 2496 fax 0432 127 0366
Email Responsabile mario.valentino@comune.udine.it
 
Termini procedimento
Termini di presentazione entro 30 giorni dall'ultimazione lavori
Per questo procedimento il provvedimento dell'Amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato No
Questo procedimento può concludersi con il silenzio assenso dell'Amministrazione No
 
Requisiti Al momento della presentazione della domanda essere l'attuale proprietario o titolare del permesso di costruire o il soggetto che ha presentato la S.C.I.A. o i loro successori o aventi causa.
Documenti da produrre Vedi facsimile
Elenco allegati e modulistica
Customer satisfaction Compila il questionario sui servizi dell'Edilizia privata

 

Torna all'inizio del contenuto