Udine Cultura - Spazi rinnovati al Museo Etnografico
Musei

Archeologia, tradizioni popolari, grafica, design, affreschi del Tiepolo...
Teatri

I link ai teatri di Udine, "Giovanni Da Udine", Teatro Club, Contatto...
Cinema

Il "Visionario", uno spazio per la cultura in città: cinema, mediateca...
Biblioteche

La Biblioteca "Vincenzo Joppi" memoria storica della città, le Sezioni Moderna e Ragazzi e ...
Ospitalità

Gli alberghi, i bed and breakfast, gli agriturismi ...

Spazi rinnovati al Museo Etnografico


Nuovi video e documenti incentrati sui riti del Fuoco

cidulisAl Museo Etnografico del Friuli la tecnologia si intreccia alla tradizione e così il viaggio alla riscoperta delle tradizioni popolari può avvenire anche tramite la consultazione di video e documenti grazie ai nuovi supporti multimediali.

Presso la postazione centrale nella Sala Stucchi del primo piano sia sullo schermo posto nella Sala dedicata ai Cicli dell’anno, sono visionabili quattro nuovi video, curati da Erica Barbiani di Videomante e incentrati su riti del Fuoco: Pust, Kries, Cidulis, Affumicatura.

Il Pust  è una figura tipica del carnevale. (che viene appunto chiamato Pust nel locale dialetto della zona di Cergneu) Ogni anno - alla vigilia dell'Epifania - dopo la cerimonia religiosa della benedizione dell'acqua e del fuoco, il Pust vestito nel suo abito tradizionale (con pantaloni e giacca di fustagno, camicia, foulard e un cappello fatto in vimini o con foglie di pannocchia) viene prelevato dal luogo dove è stato imprigionato dalla fine del precedente carnevale. Ancora in catene viene trascinato per le vie del paese, seguito da un corteo festante, fino al luogo dove è stato allestito il palavin o pignarul, il fuoco epifanico. Qui il Pust viene liberato e, dopo l'accensione del palavin, si dà inizio a canti, balli, musica e banchetti.

Il Kries é l’antica festa propiziatoria del Solstizio d’Estate nella quale il Kries, il falò, prolunga nella notte la luce del giorno più lungo dell’anno, il 24 giugno. Nel falò vengono bruciati i vecchi Kries ormai secchi, ovvero delle ghirlande di fiori di campo che si mettono sull’uscio di casa e della stalla a protezione della famiglia e degli animali. Con l’avvento del Cristianesimo la ricorrenza pagana è stata dedicata a San Giovanni ma ha mantenuto intatto il suo significato assieme alle pratiche legate a questo particolare momento dell’anno.

Quella del Tir des Cidulis è un’antica tradizione della Carnia: il rito consiste nel lancio dalla cima di una collina, in una notte vicina al periodo del solstizio d’inverno, des Cidulis (rotelle di legno di abete e di faggio) alle quali viene dato fuoco. Il lancio è fatto da parte dei ragazzi del luogo (prima dell’abolizione del servizio di leva erano i coscritti), detti cidulars, e accompagnato dal canto di una raganizza, filastrocca, o dal grido del nome di una ragazza a rilevazione di un amore. Spesso il rito termina con un ballo organizzato dai cidulars a cui è invitato tutto il paese. La cerimonia ha diverse varianti a seconda della zona in cui viene praticata, è comunque per tutti un modo per augurare fortuna per l’anno successivo a tutte le coppie del paese.

Il video sull’Affumicatura mostra le fasi dell’affumicatura della ricotta in una malga di Paularo dove si usa lo stesso procedimento di una volta. Dopo averla ricavata dalla cottura del latte, la ricotta fresca si inserisce in apposite reti che si appendono sotto il fuoco per la fase dell’affumicatura. Il fuoco va sempre controllato e va trovato il giusto equilibrio tra fumo e fuoco; E’ importante l’utilizzo del legno giusto che deve essere di foglia e non resinoso (la resina è cancerogena); il legno di faggio è il migliore in quanto fa più brace che fuoco e così la ricotta prende il tipico colore rosso e non grigiastro.

Vai alla pagina del Museo Etnografico del Friuli

Data pubblicazione : 02/08/12

Visualizza l'archivio news

RSS Notizie


ultimo aggiornamento: 02/08/12 - Stampa pagina Stampa pagina

Cerca nel sito




In evidenza


Mense e banchetti nella Udine rinascimentale

 

 

UDINE 1914-2018
Storie in corso

udine-storie-in-corso  

 

banner_catalogo_musei_6