testo normaletesto grandetesto molto grande

GUIDA TARES 2013 


TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SERVIZI

 

Presupposto del tributo, soggetti passivi e periodicità

Il Tributo comunale sui rifiuti e servizi è dovuto da chiunque occupi o conduca locali o aree scoperte operative a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani o assimilati, esistenti nel territorio del Comune di Udine.

Il contribuente ha l’obbligo di denunciare l’inizio, la variazione o la cessazione di utilizzo – conduzione o detenzione – di locali entro 60 giorni.   

Il tributo è corrisposto in base a tariffa commisurata all’anno solare e alla superficie occupata; è articolata in una parte fissa, determinata in relazione ai componenti essenziali del costo del servizio e in una parte variabile rapportata alla quantità di rifiuti conferiti. Dal 2013 è prevista una maggiorazione di € 0,30/mq a favore dello Stato, come stabilito dall’art. 14, comma 13, del D.L. 201/2011.

 

Modalità di computo delle superfici 

Per le unità immobiliari a destinazione ordinaria (A,B,C) la superficie assoggettabile al tributo è calcolata al netto dei muri, di tutti i vani che compongono l’immobile, comprese le rampe di scale a uso esclusivo e gli eventuali accessori come cantine, garage, soffitte, ripostigli e i balconi e terrazze scoperte e simili chiusi su tre lati.  Non rientrano nel calcolo le parti comuni, le superfici coperte di altezza inferiore a cm 150 (soffitte, sottoscala ecc.) e i vani tecnici (centrali termiche, centrali elettriche, celle frigorifere, ecc.). 

Per le unità immobiliari a destinazione speciale, la superficie  assoggettabile al  tributo, è pari a quella calpestabile, con esclusione di quella parte di essa ove si formano di regola rifiuti speciali non assimilati, a condizione che il produttore ne dimostri l’avvenuto trattamento in conformità alla normativa vigente.

 

Dichiarazione di inizio, variazione e cessazione del possesso, dell’occupazione o detenzione 

La denuncia di inizio occupazione/conduzione, variazione o cessazione delle unità immobiliari deve essere presentata alla NET SPA – in qualità di società affidataria del servizio di gestione  e riscossione della Tares per l’anno 2013 – entro 60 giorni dall’evento , così come delle denunce di inizio attività, di variazione e di cessazione presentate presso altri Enti (C.C.I.A.A., Ufficio IVA. I.N.P.S., ecc.) dalle società, e dalle attività in genere. 

La denuncia ha effetto anche per gli anni successivi a quello di inizio dell’occupazione/conduzione, qualora le condizioni di assoggettamento a  tributo siano rimaste invariate. In caso contrario l’utente è tenuto a denunciare entro  il  termine di 60 giorni e nelle medesime forme, ogni variazione relativa ai locali e aree, alla loro superficie e/o destinazione, al numero degli occupanti l’abitazione diversi da quelli di cui al punto successivo, che comporti un diverso ammontare del tributo. 

Le persone fisiche iscritte all’anagrafe della popolazione residente non hanno obbligo di presentazione della denuncia di variazione limitatamente ai mutamenti di composizione della famiglia anagrafica, i quali sono rilevati d’ufficio dall’anagrafe stessa, con adeguamento del  tributo dalla data di iscrizione/cancellazione anagrafica. 

Nei casi di occupazione/conduzione della stessa abitazione da parte di nuclei familiari registrati distintamente in anagrafe, il  gestore  potrà provvedere d’ufficio al calcolo del  tributo sulla base del numero effettivo degli occupanti, a prescindere dalle risultanze dell’anagrafe.
Nel caso di occupazione in comune di un fabbricato, la dichiarazione può essere presentata anche da uno solo degli occupanti.

Le modifiche inerenti alle caratteristiche dell’utenza (aumento e/o diminuzione di superficie, variazione di componenti, diversa tipologia di attività, ecc.) che comportino variazioni del tributo in corso dell’anno, sono conteggiati nella tariffazione successiva mediante conguaglio compensativo. 

La cessazione dell’uso dei locali e aree operative scoperte deve essere comunicata al gestore  entro 60 giorni dal verificarsi del relativo evento.
Se la denuncia viene presentata con ritardo si presume che l’utenza sia cessata alla data di presentazione, salvo che l’utente dimostri l’effettiva cessazione dell’occupazione o, per le utenze non domestiche, che ricorrano i presupposti di cui all’art. 8 c.5 del regolamento o che l’obbligo tributario sia stato assolto da terzi. 

Nel caso di decesso dell’intestatario, in mancanza di comunicazione di variazione dell’utenza, l’obbligazione tributaria sarà trasferita al nuovo intestatario della scheda famiglia o, se mancante, agli eredi. 

La dichiarazione può essere consegnata direttamente oppure spedita a mezzo posta con raccomandata a/r, fax o PEC. 

L’obbligo della dichiarazione si applica anche agli utenti che possono usufruire delle norme di agevolazione o esenzione del tributo.

 

Riduzioni tariffarie 

Riduzione per compostaggio domestico: 20% della parte variabile della tariffa, per le utenze domestiche che provvedono direttamente al compostaggio dei rifiuti, mediante l’utilizzo del biocompostatore.

Riduzione per utenza domestica non stabilmente attiva: 25% dell’intera tariffa, per le utenze non stabilmente attive (abitazioni tenute a disposizione, AIRE ecc.). 

Riduzione per zona non servita: 60%  della tariffa, se la distanza dal più vicino punto di raccolta supera i 300 metri. 

Riduzione per rifiuti assimilati agli urbani avviati al recupero (riservato alle attività economiche): la diminuzione incide sulla quota variabile della tariffa ed è proporzionata alla quantità dei rifiuti assimilati (con esclusione di imballaggi secondari e terziari) che il produttore dimostri di aver avviato al recupero producendo idonea documentazione.

 

Modalità e termini di pagamento per l’anno 2013 

Il Comune invia agli utenti un avviso di pagamento recante l’indicazione delle modalità e dei termini per effettuate il versamento della somma dovuta. 

Per l’anno 2013, il Comune di Udine, ha deliberato l’emissione di due avvisi di pagamento e le relative scadenze: 

  • Il primo avviso - ACCONTO anno 2013 – calcolato sulla base delle tariffe TARES 2013, con periodo di riferimento GENNAIO – AGOSTO dovrà essere pagato  entro la data del 30 settembre 2013;
  • Il secondo avviso, a SALDO, avrà scadenza 20 dicembre 2013 e sarà determinato sulla base delle tariffe TARES 2013 per l’intero anno al netto dell’importo già emesso in acconto, unitamente alla maggiorazione di  € 0,30/mq a favore dello Stato, come previsto dall’art. 14, comma 13, del D.L. 201/2011. 

Il versamento dell’avviso di pagamento in ACCONTO potrà essere effettuato

  • con il  modello F24 semplificato presso qualsiasi sportello bancario, postale e tramite home banking senza costi aggiuntivi; 
  •  con addebito bancario automatico per i contribuenti che hanno optato in passato per il RID. 

 Il mancato rispetto del termine di pagamento indicato comporterà l’emissione di un invito al pagamento e in mancanza dell’adempimento richiesto il successivo avviso di accertamento con contestuale irrogazione delle sanzioni, con le modalità e con l’applicazione delle misure sanzionatorie e degli interessi previsti dal vigente regolamento comunale.

 

Attività di controllo denunce 

Il Comune svolge l’attività necessaria ad individuare tutti i soggetti obbligati al pagamento della tariffa e al controllo dei dati dichiarati dall’utente. Nell’esercizio di detta attività si avvale della documentazione tecnica in atti, e procede, ove necessario e con il consenso dell’utenza, alla verifica diretta delle superfici mediante sopralluogo con personale autorizzato. 

In caso di omessa, infedele od incompleta denuncia il Comune provvede a notificare apposito motivato avviso di accertamento recante i presupposti di applicazione della tariffa, le somme dovute, le sanzioni, gli interessi ed accessori previsti dal vigente regolamento comunale. 

Per informazioni su modalità applicative e calcolo del tributo si invita a consultare il sito della NET S.p.A..

LinK al sito NET- L'azienda pulita

 

 

 

NET S.p.A.
viale Duodo 3/E
UDINE
P.IVA 01933350306
tel. 0432 206 811
fax. 0432 206 850
net@netaziendapulita.it
numero verde 800 520 406

Pagina aggiornata il: 09/08/13


Link veloci: URP informa | calendario eventi | ricerca | mappa del sito | icona pdf versione pdf