testo normaletesto grandetesto molto grande

EMAS e il Comune di Udine

La registrazione ambientale è uno degli strumenti con i quali attuare azioni di sostenibilità a livello locale. L’adesione volontaria al regolamento EMAS è una soluzione per innovare la gestione del territorio e per vedere riconosciuta ufficialmente tale gestione tramite l’iscrizione in un apposito Registro dell’Unione europea.

Il Comune di Udine ha sviluppato, in questi ultimi anni, una serie di politiche finalizzate al miglioramento continuo dei propri aspetti ambientali . Molti dei progetti attuati o in corso sono coerenti con la progettazione di un EMAS comunale. Si elencano i principali:

  • 1996: adesione al circuito OMS - Città Sane;
  • 1999: attivazione del processo di Agenda 21 Locale;
  • 2000: l’AMGA Azienda Multiservizi S.p.A. Società Partecipata che – tra l’altro – gestisce il ciclo dell’acqua ottiene la certificazione UNI EN ISO 14001;
  • 2002: avvio del progetto “LIFE-Ambiente” per lo “Sviluppo di un Sistema di Gestione Ambientale per l’area della Z.I.U. e delle zone artigianali ed urbane circostanti”(SGA di area vasta), che si è concluso nel 2004;
  • 2002: redazione del Piano Energetico Comunale per la diffusione delle fonti di energia rinnovabile, in attuazione dell’art. 5 della Legge 10/91 e attuazione di un Piano di Azione per l’attivazione di una serie di azioni finalizzate al risparmio di energia;
  • 2003: redazione del Piano di Azione Locale, quale documento di riferimento del processo di Agenda 21 locale;
  • 2004: avvio del progetto “Cjase: la sostenibilità del costruire e dell'abitare” concluso nel 2006;
  • 2004: adesione alla Carta di Aalborg con i “10 impegni di Aalborg”, che hanno permesso di radicare nell’attività ordinaria dell’Amministrazione gli obiettivi dell’Agenda 21 locale, concretizzati nel “Piano di Azione Locale”del 2003
  • 2005: pubblicazione della seconda edizione della Relazione sullo Stato dell’Ambiente (la prima nel 2001).
  • Dal 2009 revisione generale del PRGC con l’introduzione della metodologia di Valutazione Ambientale Strategica (VAS)
  • 2008: ottenimento della certificazione ISO 14001 e registrazione Emas del Dipartimento Territorio e Ambiente
  • 2009: adesione all’Agenzia Provinciale per l'Energia di Udine (APE)
  • 2009: approvazione in Consiglio comunale e adesione del nuovo regolamento edilizio energetico secondo la certificazione Casa Clima
  • 2009: approvazione della Giunta del nuovo Piano Energetico Comunale
  • 2009: adesione al "Patto dei Sindaci” dell’Unione Europea

EMAS, configurandosi come un sistema di gestione indirizzato anche agli Enti Locali, è funzionale al possibile coordinamento con altri strumenti di programmazione (PTCP, PRGC, ecc..) e di sostenibilità come la Valutazione Ambientale Strategica ed il processo di Agenda 21 Locale.

Tali strumenti possono trovare nell’EMAS la possibilità per un maggior coordinamento, e per una maggior forza nell’affermazione della trasversalità del tema ambiente rispetto alle altre politiche di settore.

L’attuazione di un sistema di gestione ambientale, secondo lo standard EMAS, inizialmente verrà applicato solo al Dipartimento Territorio e Ambiente per concentrare l’attenzione sui settori comunali che maggiormente integrano, nelle proprie funzioni, la valutazione degli aspetti ambientali del territorio. L’esigenza di realizzare il progetto solo su una parte dell’organizzazione comunale è finalizzata anche a testare la risposta della struttura interna ad un nuovo modo di lavorare. Così facendo si evita un intervento forse eccessivamente traumatico per la complessa macchina amministrativa comunale, procedendo per gradi e garantendo, quindi, maggiore fattibilità operativa al progetto stesso.

Per quanto riguarda il Comune di Udine, il comitato EMAS ha previsto che entro tre anni dalla registrazione EMAS del Dipartimento Territorio e Ambiente debba venire registrato l’intero Comune.

Pagina aggiornata il: 13/02/13


Link veloci: URP informa | calendario eventi | ricerca | mappa del sito | icona pdf versione pdf