testo normaletesto grandetesto molto grande
sei in: Vivere in città » Associazioni » Scheda associazione

Scheda associazione

LaDDeS Family F.V.G. ONLUS
Libera associazione Donne Divorziate e Separate e Famiglia

Tipo associazione:socio-assistenziale
Finalità:Art. 2 DELLO STATUTO FINALITA? La LaDDeS Family F.V.G. ONLUS è un associazione di volontariato non lucrativa e di utilità sociale che si fonda esclusivamente sull?impegno gratuito, spontaneo e disinteressato degli aderenti ed opera principalmente nel campo dell?assistenza sociale, psicologica, dell?istruzione, della formazione, della tutela dei diritti civili, dell?attività di ricerca giuridica, sociale ed economica finalizzata al raggiungimento degli scopi sociali, della promozione della cultura familiare fra le donne e i loro figli, di inserimento delle donne divorziate e separate nel mercato del lavoro. Nella convinzione che le donne separate e divorziate siano soggetti ?svantaggiati? sotto l?aspetto sociale ed economico, l?Associazione fornisce alle utenti l?assistenza necessaria per superare le difficoltà inerenti la separazione ed il divorzio. In particolare offrirà assistenza sociale e psicologica ed informazioni legali attraverso colloqui individuali e, su richiesta, anche di coppia al fine di mediare nella risoluzione delle problematiche familiari. Prevede la conduzione e supervisione di gruppi di autoaiuto. Prevede la consultazione di elenchi di specialisti o agenzie, appositamente predisposti, che possono essere utili al perseguimento dei fini dell?Associazione. Si fa portavoce nei dibattiti politici, culturali e sociali della posizione contrattuale lavorativa non adeguatamente riconosciuta in termini socio economici delle donne divorziate e separate con e senza figli per l?impegno da sempre assunto all?interno della famiglia. Si propone di sensibilizzare l?opinione pubblica, nei modi consentiti dalla legge, rispetto ai gravi disagi che vivono le donne ed i figli che insorgono nel periodo pre e post separazione e divorzio anche a causa della complessità dei procedimenti giuridici e dei prolungati tempi di risoluzione degli stessi. Si propone pertanto: di prestare assistenza sociale e psicologica alle donne separate o divorziate o in attesa di separazione e divorzio o abbandonate; di agire nei termini consentiti affinché siano cambiate le procedure giuridiche con cui sono assegnati gli alimenti così da renderle più snelle e concrete, di intervenire per eliminare eventuali inadempienze dagli obblighi stabiliti dalla legge anche in presenza di evasioni od elusioni fiscali; di avvicinare la normativa del diritto di famiglia e corresponsione degli alimenti del nostro paese a quella degli altri paesi dell?UE, più favorevole alle donne; di favorire l?inserimento delle donne divorziate e separate nel mercato del lavoro; di sostenere e garantire il diritto all'educazione e all'istruzione dei figli minori delle donne separate e divorziate; di promuovere, nei termini consentiti dalla legge, lo snellimento delle procedure giudiziarie in tempi brevi al fine di tutelare gli interessi primari dei minori e di evitare ulteriori aggravi economici alle donne che si separano; di far riconoscere, in termini economici, all?atto della separazione, il lavoro che la donna ha svolto negli anni di matrimonio in qualità di collaboratrice domestica ed educatrice dei figli considerato l?impegno assunto in questo senso nella maggior parte dei casi da parte delle donne e la normativa vigente relativa alla parità dei diritti e dei doveri di uomini e donne. Art. 2 bis FINALITA? SPECIFICHE L'associazione opera nel campo della formazione in modo particolare nel terzo settore e nel settore famiglia (corsi di formazione per mediatori familiari, per volontari e operatori che lavorano a diretto contatto con i bambini, corsi tesi a favorire e sviluppare le abilità genitoriali) anche attraverso promozione di convegni, conferenze, manifestazioni, iniziative particolari e progettazioni sia autonome che in collaborazione con altre associazioni, enti pubblici o privati.
A scopo di lucro:no
Natura:Associazione di volontariato (l. 11.08.91 n.266)
Recapito a Udine:via Veneto n. 164 CUSSIGNACCO (UD)
Telefono:340 2765255
Fax:0434 28310
E-mail:laddesfamily@interfree.it
Sito internet:www.centromediazionefamiliare.it
Codice fiscale:91048470933
Iscrizione CCIAA:no
Legale rappresentante:dott.ssa Loredana Colosimo
Anno inizio attività:2007
Descrizione sintetica:RELAZIONE ATTIVITA? ANNO 2009 A SOSTEGNO DELLA FAMIGLIA E DELLA GENITORIALITA? Attività svolte nelle sedi di Pordenone e Fossalta di Portogruaro (distaccamento di Latisana): attività di prima accoglienza (156 colloqui) attività di sostegno psicologico a singoli (98 colloqui) attività di sostegno genitoriale e a famiglie (99 colloqui) informazioni legali a singoli e a coppie (52 colloqui) pre-mediazione, mediazione familiare, mediazione integrata, globale, parziale (187 colloqui) prosecuzione del gruppo di aiuto per genitori separati, condotto da una psicoterapeuta in qualità di facilitatore (tutti i mercoledi? sera presso la Casa del Volontariato a Pordenone ? finalità del gruppo: sostegno alla genitorialità, crescita individuale e solidarietà sociale tirocinio pratico, della durata di n. 100 ore, per n. 1 partecipante al master per MEDIATORI FAMILIARI dell?Istituto Veneto di Terapia Familiare organizzazione e realizzazione di conferenze pubbliche aperte a tutta la cittadinanza a Pordenone c/o ex Convento di San Francesco dal titolo ?ESSERE GENITORI OGGI? (periodo primaverile dal 11 marzo al 8 aprile 2009) in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Pordenone sulle seguenti tematiche: AFFIDO CONDIVISO BIS (partecipa: prof. Marino Maglietta, autore della nuova proposta di legge sull?affido condiviso della prole in seguito a separazione/divorzio) MAMME E PAPA' INSIEME (partecipano: dott. Paolo Falconer, psicologo, presidente dell'associazione PAPA' SEPARATI F.V.G. ONLUS, dott.ssa Loredana Colosimo, mediatrice familiare, presidente associazione LaDDeS Family F.V.G. onlus e dott.ssa Monia Giacomini, Consigliere comunale e membro della commissione pari opportunità del Comune di Pordenone) MEDIAZIONE FAMILIARE E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA' (partecipano dott.ssa Loredana Colosimo, mediatrice familiare e presidente associazione LaDDeS Family F.V.G. onlus, dr. Massimiliano Fanni Canelles, medico nefrologo e direttore del giornale del Ministero di Grazia e Giustizia SOCIAL NEWS, avv. Silvio Albanese e Avv. Laura Ferretti) IL GRUPPO DI AUTO MUTUO AIUTO DEI GENITORI SEPARATI (testimonianze) (partecipano i membri dell'associazione LaDDeS Family F.V.G. onlus di Pordenone e dell'associazione PAPA' SEPARATI F.V.G. ONLUS sezione di UDINE) LA RINASCITA DOPO L'ESPERIENZA DELLA SEPARAZIONE (testimonianza di una nostra socia Franca Gubiani, insegnate alla scuola per l'infanzia, che ci racconterà del suo pellegrinaggio a Compostela definito come "il viaggio dell'anima" con la presentazione del suo libro "IL DONO DEL PELLEGRINAGGIO" - 4 ottobre 2009 organizzazione giornata per la famiglia dal titolo ?UNA DOMENICA AL PARCO CON I NOSTRI FIGLI? in collaborazione con progetto Matilda ?Mi racconti una storia? presso il parco di San Valentino a Pordenone con lettura di fiabe per i bambini e giochi organizzati con animatori realizzazione progetto denominato ?MAMME IN RETE? - una sfida culturale che considera la casa e l'educazione dei propri ed altrui figli come un'"impresa" fondata sul tempo di accudimento e cura messo a disposizione delle singole mamme e a governo femminile (ATTUALMENTE IN CORSO) Ottobre-novembre 2009: progetto di pubblicizzazione, sostenuto dal Centro Servizi Volontariato F.V.G., intitolato ?SERVIZI INTEGRATI DI MEDIAZIONE FAMILIARE? avvio del progetto, parzialmente finanziato dal Centro Servizi Volontariato F.V.G. dal titolo ?SOSTEGNO ALLE MAMME SOLE: DALLA GESTAZIONE AL PERIODO POST-PARTO? che ha i seguenti obiettivi: 1.Istituire uno sportello di ascolto delle MAMME, un punto di ascolto front-office e telefonico ad opera di volontari accuratamente formati, rivolto alle future mamme in difficoltà e operante sia presso la sede dell?Associazione di Pordenone che presso le sedi Municipali del Friuli Venezia Giulia aderenti al progetto 2.Collegamento con reti di sostegno reale da un punto di vista psicologico, legale, medico (in particolare psichiatrico con DSM) e materiale, sia durante il periodo di gravidanza che dopo la nascita del bambino 3.Collegamento col numero verde 800283110 a sostegno della Vita e contro l'infanticidio creato sotto l?Alto patronato della Presidenza della Repubblica ed altri numeri verdi attivi su tutto il territorio nazionale. - collaborazione con l?associazione SAPZIO NEUTRO ONLUS di Pordenone per la realizzazione del progetto ?SEPARAZIONE/DIVORZIO: ?NON PORTATECI VIA I NOSTRI NIPOTI? (SOSTENIAMO I NONNI)? per la tutela dei diritti dei nipoti e dei nonni in ambito di separazione e divorzio dei genitori. Riportiamo di seguito una sentenza esemplare che sostiene i diritti di questi soggetti deboli. Con la sentenza num. 24423/07 della Cassazione, sezione Civile, si è stabilito un diritto importantissimo per i bimbi...il diritto di vedere i propri nonni anche in caso di conflittualità esistente tra i loro genitori ed i nonni paterni e materni.  Ed infatti, secondo questa sentenza,  per i nonni vedere i propri nipoti è un diritto ( a tutto vantaggio dei nipoti).  I nonni che non riescono a far visita ai loro nipoti, per l'esistenza di forti conflittualità con i genitori dei bambini, dunque, potranno  ottenere dal Tribunale per i minorenni un provvedimento per potersi  incontrare con loro. Ma non basta: il provvedimento che regola questo diritto, disponendone i termini e le modalità di esercizio, non può essere impugnato con ricorso straordinario in Cassazione! Così la Suprema Corte con la sentenza sopra citata, ha respinto il ricorso dei genitori di due bambini, che si opponevano al decreto della Corte d'appello di Roma - sezione per i minorenni - che convalidava il diritto di visita dei nonni, stabilendone le modalità, affermato dal Tribunale due anni prima. Inoltre, in entrambi i gradi di merito, era stato incaricato il servizio sociale per compiere attività di mediazione tra i genitori dei minori ed i nonni "consentendo così ai nipoti di usufruire di un buon rapporto con i nonni", cosa importante per il loro equilibrio! Contro questa decisione, però, la mamma e il papà dei bimbi ricorsero in Cassazione. Ma i magistrati della prima sezione civile hanno dichiarato inammissibile il suddetto ricorso,  perchè, si legge nella motovazione, non si trattava di un provvedimento definitivo,  ma di un provvedimento che andava ad incidere sulla fase di crescita dei bambini che non poteva essere messo in discussione se non mutavano le condizioni che l'avevano stabilito.  Detto ricorso infatti poteva essere accettato dalla Suprema Corte, solo ed esclusivamente, se veniva portata in giudizio una prova specifica del pregiudizio effettivo che potevano subire i minori per il prosieguo dei rapporti con i nonni. Doveva essere dunque onere dei genitori,   secondo il nostro ordinamento,  dare prova  con mezzi idonei  del pregiudizio suddetto, e, solo in questo caso, insistere in tale loro atteggiamento, come lecita estrinsecazione del loro diritto-dovere di potestà sui figli minori. Il diritto dei bambini a "vivere tranquilli e sereni, mantenendo buoni ed equilibrati rapporti con tutti i parenti, ivi compresi i nonni", è attualmente all'attenzione del legislatore.  L'art. 155 cc , ad oggi, infatti,  tutela il minore in caso di separazione personale dei genitori. Il minore, in tal caso, in base al suddetto articolo di legge, ha diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno dei genitori, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale (in particolare i nonni appunto). novembre 2009: partecipazione alla manifestazione organizzata dalla Provincia di Udine e il Centro Servizi Volontariato F.V.G. ?IDEA SOLIDALE? presso la fiera di Udine, insieme all?associazione @uxilia F.V.G. onlus in occasione di Idea Natale per la promozione delle attività di volontariato sociale. stampa e divulgazione di materiali informativi (calendari, poster, ecc.) relativi a iniziative e progetti dell?associazione, vincolati a finanziamento di enti pubblici.
Ambito:Circoscrizionale
Note tipologia:null
Descrizione dettagliata:- INFORMAZIONI LEGALI - i nostri volontari, esperti del diritto, sono disponibili, su appuntamento, per colloqui informativi su questioni civili e penali collegate alla separazione e al divorzio - SOSTEGNO PSICOLOGICO - i nostri psicologi volontari sono disponibili per un supporto/sostegno psicologico sia nella fase critica della separazione (primi 3/6 mesi) che successivamente sempre per problemi collegati alla separazione e al esercizio del ruolo genitoriale - MEDIAZIONE FAMILIARE - i nostri mediatori familiari volontari sono disponibili per percorsi di mediazione familiare sia su invio dei giudici che su richiesta di accesso volontario - GRUPPI DI SOSTEGNO PER GENITORI SEPARATI - sono gruppi frequentati da genitori che vogliono mettersi in discussione per migliorare il proprio rapporto con l'ex partner ed i figli
Fruitori:Sia soci che non soci o non iscritti
Target:FAMIGLIE GENITORI FIGLI
Collaborazioni:REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI PORDENONE COMUNE DI UDINE COMUNE DI PORDENONE COMUNE DI FIUME VENETO ASS 6 CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO